Massima attenzione a bambini e donne che scappano dalla guerra in Ucraina

È triste notizia di cronaca quella dei casi di minori scomparsi e di tratta di esseri umani, estorsione e sfruttamento lungo i confini dell’Ucraina, dove sono già più di due milioni i profughi che stanno scappando dalla guerra contro la Russia.

Allo stato attuale non si può escludere che ci siano anche criminali, in attesa di approfittare di donne e bambini vulnerabili.

Anche Unicef nei giorni scorsi ha espresso apprensione per la condizione dei minori. “C’è il rischio altissimo di traffico di esseri umani, di organi, prostituzione, scomparse, matrimoni precoci – aveva spiegato a Fanpage.it Andrea Iacomini di Unicef Italia –

Insomma, bisogna stare attenti e fidarsi di governo e associazioni che fanno questo lavoro e diffidare da chi propone adozioni e affidamenti temporanei senza averne il titolo per farlo perché è facile che reti di pedofilia e trafficanti mettano le mani su un esodo che è incontrollabile.

L’Anim scende in campo a tutela dei minori perché Il rischio della tratta di esseri umani è notevole, poiché i profughi, stremati e privati ​​di ogni comodità di base, sono, ogni giorno in viaggio e sempre più vulnerabili.

Come rappresentante ‘AnimAssociazione Nazionale Italiani nel Mondo, organizzazione internazionale no profit, Ente di Terzo settore,voglio fare opera di denuncia  che i trafficanti e i reclutatori stanno probabilmente prendendo di mira sia le donne che viaggiano da sole sia quelle che viaggiano con bambini.

Inoltre bisogna dichiarare,informare e comunicare  la difficoltà a identificare bambini non accompagnati !

L’apertura totale dei confini in questo momento è un arma a doppio taglio poiché rende incredibilmente difficile identificare i bambini non accompagnati e separati a causa della vastità del numero di persone che stanno arrivando e della difficoltà, appunto, di controllare e identificare le persone.

Chiedo come ANIM che siano concesse alla famiglie senza figli e con la volontà di adottare tutte le agevolazioni possibili in termini di documenti, dati e autorizzazioni se vogliamo evitare il traffico di esseri umani che mai come in questo momento va a proliferare tutti i peggiori desideri ed i peggiori incubi per questi poveri bambini.

Ma vi è dippiu!

Avremo traffico di organi, future prostitute con il conseguente e dannoso sfruttamento !

L’allarme viene lanciato a tutte le istituzioni internazionali dalle associazioni che, come Telefono Azzurro, operano sulla frontiera.

Telefono Azzurro coordina anche a livello internazionale azioni a tutela dei diritti dell’infanzia con un numero europeo per l’ascolto: è attivo infatti il 116 000 attraverso il quale si forniscono informazioni dirette alle famiglie ucraine su come aiutare concretamente i minori.

«Finora i filosofi hanno soltanto interpretato il mondo; ora, si tratta di cambiarlo!». Karl Marx.

Antonio Peragine

presidenteanim@gmail.com

https://wordpress.com/home/italianinelmondosite.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...